top of page
Post recenti
Post in evidenza

Pizzeria Itaco a Lucca

Qual è il futuro che dobbiamo auspicarci per la pizza italiana?

Troviamo risposta nel confronto con Giacomo Tonini di Pizzeria Itaco e Lucca, e di Cranceria (originale brand con che porta alta la bandiera della pizza crunch, con una doppia sede, una a Lucca e l’altra Firenze).





Come è nata Itaco

Pizzeria Itaco è stata inaugurata nel 2015, come estensione (quasi) fisiologica di un progetto di affitti turistici per periodi brevi. Perché fisiologica estensione?

Perché - e chi lavora nel mondo alberghiero lo sa - i turisti, italiani o stranieri che siano, spesso chiedono informazioni “speciali” a chi li accoglie nella struttura. Ovvero vogliono capire quali sono le migliori insegne in cui recarsi per provare questo o l’alto cibo tipico, quello o l’altro vino.

La pizza è uno dei cibi che più desta curiosità e interesse nel turista straniero. È una delle voci più ‘comprensibili’ e conosciute, nonché una delle scelte più ricorrenti durante il pernottamento in Italia. Dunque, a un certo punto, Giacomo e i soci hanno pensato di allargare la propria offerta per dare ai propri clienti la possibilità di mangiare una buona pizza in un indirizzo da loro gestito.





Rivolgersi a tutti

Pensare di lavorare escludendo delle fette di pubblico, quando si offre un prodotto per antonomasia popolare, come la pizza, sarebbe sbagliato. E infatti Giacomo ci racconta come hanno tarato il format affinché piacere sia alle persone del luogo, sia ai turisti stranieri.

“La nostra è un pizza all’italiana, tonda classica, il cui impasto lievita dalle 24 alle 36 ore. Lavoriamo sia con farine bianche che con farine integrali, mantenendoci il più costanti possibili su sapori e consistenze. La variabilità è un elemento che i clienti abituali avvertirebbero. Anzi avvertono, perché le persone sono sempre più attente alla qualità di ciò che ordinano e delle materie prime che vengono impiegate”.




Agli stranieri piace la tradizione

Da un lato da Itaco si ricerca dunque la costanza, unita alle proposte originali per chi di tanto in tanto ama sperimentare, dall’altro l’attenzione a chi viene in Italia e desidera trovare i sapori con cui il nostro Paese si identifica nel mondo. “Tanti stranieri scelgono le pizze tradizionali, come la marinara, la margherita, la Napoli, oppure la Itaco, che varia a seconda della stagionalità e dell’estro. Il visitatore viene più per questo ed è giusto che possa trovare nelle pizzerie come nei ristoranti i cibi della nostra cucina, non solo proposte creative”

L’effetto “wow” che tanto piace ai clienti stranieri non manca, non solo per la presenza di golose pizze a vista, ma anche per la Cecina, che diventa curioso oggetto di racconto per chi si avventa per la prima volta in Toscana.




Popolarità, polso fermo sui classici, un pizzico di curiosità per chi non conosce: ecco il mix perfetto messo in campo da Pizzeria Itaco a Lucca.



Pizzeria Itaco

Via S. Paolino, 58, 55100

Lucca LU

Comentarios


Archivio
bottom of page